Iter chirurgico

Si possono trattare più punti dolorosi dell’emicrania con lo stesso metodo. La terapia chirurgica consiste infatti, nel ridurre la pressione dovuta alla contrazione muscolare su di una delle diramazioni del nervo trigemino.

A livello pratico, viene inciso il muscolo corrugatore del sopracciglio endoscopicamente. Il chirurgo effettua solo una piccola incisione nel capillizio e i segni dell’incisione spariscono dopo poco tempo. Questa piccola operazione permette di evitare l’irritazione del nervo nell’area trigger sopraciliare responsabile dell’emicrania.

Il test del Botox consente di individuare tutte le aree interessate e valutare l’adeguatezza dell’intervento chirurgico.

Circa il 35% dei pazienti, dopo essersi sottoposti all’intervento chirurgico, non ha lamentato disturbi ad un anno dall’operazione. Per un altro 55% si e’ dimezzata la frequenza e l’intensità degli attacchi.